Seleziona una pagina

Ecografia morfologica? Fatta! Sono infatti arrivata a metà gravidanza, perciò mi sono sottoposta a una delle visite più importanti delle 40 settimane, l’ecografia morfologica, che mira a verificare il corretto sviluppo degli organi del feto. Molto spesso è proprio in questa ecografia che si riesce a individuare anche il sesso del bambino, perché lo sviluppo degli organi genitali è completo.

L’ecografia morfologica di Miriam era stata un po’ complicata da effettuare, per via della sua posizione nell’utero. In sostanza, dormiva beatamente su un fianco, e non aveva la minima intenzione di spostarsi per mostrare alla ginecologa com’era cresciuta. Ero entrata e uscita dallo studio un paio di volte, sperando che qualche bevanda zuccherata e un po’ di passi in corridoio la svegliassero, e si girasse a onor di ecografo. Così infatti era stato, e tutto era andato bene.

Io che non so farmi i selfie alla 20esima settimana di gravidanza

Ricordandomi di quel pomeriggio, faceva caldo anche due anni fa, prima di andare dalla ginecologa mi sono concessa un gelato, cioccolato ad altissima percentuale e lampone. Spavalda mi sono stesa sul lettino, ma subito il medico mi ha detto “così non vedo niente. Vada a bersi un succo di frutta e torni tra mezz’ora”. Succo di frutta dopo gelato al cioccolato, improvvisamente sono tornata alle nausee del primo trimestre, ma alla fine è servito anche questa volta. Gli organi sono stati esaminati tutti nella loro interezza, i percentili sono soddisfacenti, e tutto procede.

Per quanto riguarda l’andamento generale di questo secondo trimestre, sono abbastanza contenta. Per il momento non ho particolari dolori, la pancia comincia a spuntare dalle maglie e mi sembra ingombrante solo quando devo cullare la bambina o farle la doccia.

E sì, Miriam avrà una sorellina.